facebook twitter linkedin viadeo

Sognavo el Nuvole Colorate

Sabato, Novembre 15th, 2008

A Lecce il 19 novembre, anteprima assoluta del film-documentario sulla storia di Edison Duraj.

controcielo-19-nov.jpgIl 19 Novembre, Edison Duraj, vissuto in Centri di Accoglienza del Salento dal giorno in cui dieci anni fa arrivò come clandestino in Italia, compirà il suo diciottesimo compleanno. Il suo difficile percorso di vita è diventato un film- documentario “Sognavo le nuvole colorate presentato al Festival di Locarno. Nell’ambito dell’evento “CONTRO cielo” organizzato dalla Provincia di Lecce, il film verrà proiettato in anteprima assoluta presso il Multisala Santalucia di Lecce alle ore 20,00 – ingresso gratuito -. La telecamera del regista Mario Balsamo e le musiche di Franco Battiato e di Francesco Libetta hanno accompagnato Edison e il suo migliore amico Alessandro nel loro viaggio verso l’Albania. La storia di un’integrazione che non significa mai rinuncia alla propria identità.
Il film, non è solo un film, è la poesia di Edison, è il suo sogno..
Scriveva poesie Edison, sin da piccolo, scriveva di quel suo futuro ancora così incerto, difficile. Scriveva delle sue difficoltà, ma anche dei suoi sogni. A 14 anni, debuttava come attore sul palco di Koreja interpretando se stesso. Chiedeva al pubblico un “paio di scarpe nuove” per camminare verso “la strada del futuro”.
Guardava a quei diciotto anni con timore, come un condannato a morte in attesa dell’esecuzione.  

Ora però, Edison potrà continuare a sognare le sue nuvole. Grazie al supporto degli amici di Oistros (www.oistros.it)  e alla società che lo ha assunto SocialKey (www.socialkey.org), che si occupa di marketing e comunicazione sociale, Edison potrà restare in Italia. Il suo compito sarà quello di mettere in comunicazione le storie dei tanti edison d’Italia. Costruire uno spazio sociale sulla rete che offra l’opportunità di dare una voce ed un volto a tutte quelle persone che si trovano a dover affrontare disagi e problemi legati ai processi di integrazione nel nostro paese.

Alla proiezione del film, seguiranno gli interventi dei protagonisti e festeggiamenti per Edison.

Ingresso Libero…scarica la locandina

Segnala questa pagina ad un amico Segnala questa pagina ad un amico | Stampa Stampa questa pagina

Class ed Euronews per Ring 2008

Lunedì, Ottobre 13th, 2008

Tra i numerosissimi servizi TV su Ring 2008 vi propongo questi 2, buona visione…

Servizio di Class

Servizio di Euronews

Segnala questa pagina ad un amico Segnala questa pagina ad un amico | Stampa Stampa questa pagina

Comunicazione ed interazione per un nuovo Mediterraneo di Pace

Sabato, Settembre 27th, 2008

next-mediterranean.jpg

Ring 2008 non ha chiuso i battenti dopo la tre giorni (17-18-19 settembre 2008). Ring, infatti ha segnato l’avvio di un fermento destinato a crescere, diffondersi e produrre grandi novità nel panorma non solo del marketing e della comunicazione, ma anche dell’idea di impresa e territorio in genere. Di sviluppo. Di futuro.

 

Personalmente la più grande soddisfazione è vedere propagarsi a macchia d’olio un’idea, un desiderio, un’esigenza stringente che nella passata primavera si è impadronita di me. Il 2 maggio organizzai una giornata di riflessione con i miei colaboratori da l titolo “M’inverto”.

Fu quello l’inizio, il giorno in cui cominciò a definirsi in me un nuovo pensiero, un nuovo modo di essere e fare l’imprenditore, un nuovo modo di utilizzare le mie competenze di marketing e comunicazione. Allora sembrava quasi una cosa utipica, un urlo saolitario nel deserto. Oggi (e sono passati solo pochi mesi) posso dire che non solo il mio pensiero è stato raccolto, ma è stato anche meravigliosamente amplificato, prima dai miei partner e poi da tutti coloro che hanno avuto l’occasione di essere presenti a Ring 2008.

 

Ora che la Comunciazione Crea, che  la Comunciazione può e deve avere il ruolo guida nei processi di cambiamento nello sviluppo di nuovi modelli di business eco-socio scostenibili, che il marketing non è fare la guerra a qualcuno per cercare il profitto individuale ma può essere al servizio della collettività, che ricostruire un futuro duraturo, in cui l’uomo recupera fiducia nella ricerca della felicità, che il sistema malato del profitto, della finanza e della politica affaristica può essere sottomesso al volere collettivo, non sono più opinioni personali.

Ring ha già creato una schiera di uomini pronti ad unirsi in torno a progetti reali che sapranno dare risposte concrete a quest’idea. All’idea di benessere non legata al danaro, ma alla pace. Gli scenari per un futuro rinascimentale ci sono tutti e le tecnologie avranno un ruolo importante nella misura in cui saranno usati per mettere al centro un nuovo umanesimo accomunando le diversità in pensieri collettivi per traguardi comuni.

A Ring 2008 abbiamo dimostrato come lo steso concetto di Competitività è deleterio. I paesi, le imprese, le persone non devono competere tra loro. In questo modello la crescita di uno significa la decrescita di qualcun’altro. Tutti dobbiamo imparare a cooperare, capendo definitivamente che il destino è ormai comune. Ring ha abolito la competitività e il concetto stesso di marketing si trasforma in societing.

Ring 2008 continua su www.nextmediterranean.org il luogo virtuale dal quale, anche con il tuo contributo, nasceranno grandi opere reali.

 

rita-el-khayat-_-petrucci.jpgNell’arena del marketing e della comunicazione era protaginista quindi la Pace. Già, la Pace non gli affari! L’incontro con Rita El Khayat non era quindi casuale.

Ascolta questa intervista-a-rita-el-khayat.mp3

 

_______________________________________________________

 

______________________________________________

 

…qui il mio Editoriale sull’Houseorgan di Ring 2008…

 

E’ così potente la leva competitiva della comunicazione da doversi interrogare su quali obiettivi debba essere rivolta?

Negli ultimi decenni l’uomo si è aggrovigliato in un sistema che non è destinato a durare e soprattutto incapace di garantire un futuro all’umanità. E la comunicazione, o meglio la pubblicità, è stata al servizio di quel sistema. I modelli di business, di consumo e di produzione che inseguiamo hanno avvolto l’occidente, ed ora anche il resto del mondo, in una rincorsa cieca verso il profitto a tutti i costi. Così ci siamo dimenticati non solo del pianeta ma anche dei nostri stessi reali bisogni, quelli che possono offrirci salute e felicità.

Globalizzazione sì, ma con l’uomo al centro! Crescita si, ma nell’interesse comune!

Per riconquistare il nostro futuro dobbiamo cambiare stili di vita, di consumo e di produzione.

Progettare il futuro insieme oggi è possibile davvero. Internet ha cambiato le regole del potere e ci offre la possibilità di condividere il pensiero in modo libero e costruttivo. L’interattività sulla rete ha risvegliato il contatto tra le persone. La capacità di comunicare è il terreno di sfida, perché i mezzi ci sono già. Ecco quindi che il marketing e la comunicazione possono e devono guidare verso nuove prospettive le imprese e i territori. Prospettive etiche ed eco-socio sostenibili.

Ring è il pancione di un Mediterraneo che è incinto di un futuro migliore. Noi ci siamo dentro. Tutti: imprenditori, professionisti del marketing e della comunicazione, politici, governanti e tutte le parti interessate, ci incontriamo per “fecondarci” a vicenda. Il Mediterraneo deve tornare ad essere la culla della cultura del mondo. Una cultura fondata su un nuovo rinascimento dove però l’uomo e l’arte incontrano la tecnologia.

 

Ring 2008 accoglie la rappresentanza di più di 20 paesi del Mediterraneo. 34 sono i convegni, tra plenarie, focus di settore, matching e workshop. Più di 100 i relatori nazionali ed internazionali. Decine di partner tecnici e media partner. E poi ancora esposizioni, installazioni, performance e strumenti di interazione.

Ring 2008, nei numeri e nella qualità dei temi e degli ospiti, si conferma il più grande evento del marketing e della comunicazione nel cuore del Mediterraneo.

 

Questo anche grazie a te, che sei qui a partecipare ai lavori.

Segnala questa pagina ad un amico Segnala questa pagina ad un amico | Stampa Stampa questa pagina

Next Med Party

Domenica, Settembre 14th, 2008

enza-curto-performance.jpgEccoci qui. Ora l’invito che ti faccio è di quelli che non si possono trascurare. Sai già di Ring, dei 34 convegni di altissimo livello e degli imperdibili workshop (vedi www.ringgrandearena.org ).

Oggi però ti invito anche a non mancare al “Next Med Party” che si terrà il 18 sera alle 21.30 sempre al Chiostro di San Domenico di Lecce. L’ingresso è gratuito e riservato agli amici di Oltrelinea. Tu sarai un ospite speciale.

Ti dico subito che la cosa più particolare è la “cena al buio”. Già una cena in cui al servizio ai tavoli ci saranno alcuni amici non vedenti e tu, se ci sarai, farai un’esperienza emotiva e sensoriale unica. Saremo circondati dal buio pesto e nel buio dovremo trovare elementi nuovi con cui orientarci, conoscere. La cena è solo per 50 persone…le prime che prenoteranno con una mail a booking@oltrelinea.eu. Solo questa cena ha un costo ed è di 50€, ma ne vale la pena.

Ma ci sarà anche altro alla festa. Oltre agli immancabili drink gusteremo varie perfomance che di tanto in tanto attrarranno la nostra attenzione… come le musiche di Roberto Gagliardi al sax soprano e harmonium, o l’esibizione del mimo Agostino Aresu ed ancora la danza di Enza Curto sulle opere della mostra di Recycle art e di Giorgia Maddamma. Ci sarà il giardino sonoro con il sound design di Studio Arkì e loung bar con il dj Rino Mangiulli.

Non mancare ti aspetto.

Stefano

 

P.S. Per chi è interessato ai temi che tratteremo a Ring e non ti piace stare solo a guardare vai su www.nextmediterranean.org … all’indirizzo http://www.nextmediterranean.org/author/stefano-petrucci/ potrai trovare alcuni miei post, ma ti assicuro ce ne sono tanti altri molto interessanti.

S

Segnala questa pagina ad un amico Segnala questa pagina ad un amico | Stampa Stampa questa pagina

Estetica e Marketing

Domenica, Giugno 1st, 2008

Qual’è l’asse che unisce il marketing all’estetica? Dove ci porta il marketing? A cosa induce l’estetica? Qual’è la dimensione in cui l’uomo incontra il mondo raccontato dall’estetica? Qual’è il ruolo della creatività?

Sono queste alcune delle domande che mi pongo in questi giorni. L’amico Paolo Pellegrino (professiore di estetica all’Universtà del Salento) di recente mi ha invitato a relazionare in occasione del convegno nazionale da lui organizzato con SIE (Società Italiana di Estetica www.siestetica.it ) dal titolo “Estetica e Marketing”.  Ho accolto con entusiasmo ma anche con umiltà l’invito. E’ il concetto di Estetica che sento di dover ridisegnare. Sia il Marketing che l’Estetica sono finora stati oggetto di speculazioni: commerciali il primo, filosofiche la seconda. Così, nella scala dei valori del pensiero, per il marketing si è speculato verso il basso e per l’estetica verso l’alto. Il marketing eccessivamente arido ed operativo e l’estetica assolutamente teorica ed accessibile a pochi. Come se al marketing non possano innestersi fondamenti valoriali capaci di dirigere la sua forza verso nuovi percorsi evolutivi dell’uomo. Come se l’estetica fosse un approdo esclusivo per teorici e teoretici e non avesse minimamente contatti con le esperienze quotidiane dell’uomo. E’ certamente questo il campo che dovrò curare meglio per portare un mio contributo al convegno. Sento che il marketing e l’estetica non siano così distanti. Lo sono fino a che dimentichiamo di mettere al centro l’uomo con il suo ingegno creativo e il desiderio di comunicare. Creatività e comunicazione sono  il filo che le lega. Questo sarà il mio punto di vista!

Ti invito a venirmi a trovare al convegno se non altro perchè ci saranno autorevoli relatori provenienti da varie università d’Italia.

Ti aspetto… S



marketingesteticanew.jpgVenerdì 6 e sabato 7 giugno il Grand Hotel Tiziano di Lecce ospita un convegno nazionale dal titolo Estetica e Marketing, organizzato da SIE – Società Italiana d’Estetica, in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia e Scienze Sociali dell’Università del Salento.

La prima giornata verrà inaugurata dagli indirizzi di saluto di Paolo Pellegrino, dell’Università del Salento, e di Luigi Russo, Presidente SIE – Università di Palermo e, a seguire, dagli interventi di diversi relatori:

Fabrizio Desideri – Università di Firenze e Coordinatore dell’Osservatorio SIE “Comunicazione e Spettacolo”
Enrico Menduni – Università di Roma Tre
Roberto Diodato – Università del Sacro Cuore di Milano
Pietro Montani – Università La Sapienza di Roma
Fabrizio Schivano – Università di Perugia

A presiedere la sessione il Rettore dell’Università di Palermo, Vincenzo Milanesi,  che lascerà il testimone, il giorno successivo, al Rettore dell’Università del Salento, Domenico Laforgia.

Al tavolo dei relatori, nella giornata di sabato, altri prestigiosi esponenti del mondo accademico e imprenditoriale:

Gianluigi Guido – Università del Salento
Annamaria Testa – Università Bocconi di Milano – Presidente di “Progetti Nuovi”
Pino Grimaldi – Università di Salerno – Studio “Segno Associati” di Salerno
Paolo Pagliaro – Università del Salento – Presidente del “Gruppo Mixer Media Management”
Stefano Petrucci – Università Lum di Bari – Presidente del Gruppo Oltrelinea
Eugenio Iorio – Responsabile Comunicazione Istituzionale Regione Puglia

» Scarica l’invito

Segnala questa pagina ad un amico Segnala questa pagina ad un amico | Stampa Stampa questa pagina